10 tecniche collaudate per diventare più produttivi al lavoro… senza lavorare

Para leer la versión en español, haz click aquí.

Produttività, produttività, produttività.

La parola che va di moda sulla bocca di tutti.

Vecchie e nuove tecniche per dare il meglio nelle nostre attività. A molti di noi, però, risulta difficile applicarle direttamente; anzi, possiamo anche stressarci perché abbiamo tutti gli strumenti a disposizione e sappiamo che dovremo essere super – efficienti, ultra – veloci e supercalifragilistici.

E se provassimo a fare meglio il nostro lavoro in modo indiretto?

Ci sono tecniche che usiamo quando NON lavoriamo
che ci aiutano, di rimando, a lavorare meglio?

Ma certo. Qui vi propongo quelle che mi funzionano meglio.

1. NON PROVARE A CONTROLLARE OGNI MINUTO


Misura come impieghi il tuo tempo e fanne buon uso. Ci mancherebbe. Utilizza degli strumenti che ti aiutino a migliorare la produttività.

Tieni a mente, però, che la vita, quella che si mette in mezzo mentre stai facendo cose importantissime, non sa cosa siano gli orari. Essa appare in ogni momento sotto forma di foratura alla ruota della bici, pannolini con sorpresa dentro, bricolage fatto coi piedi o visita inaspettata.

Non ti scoraggiare, lascia spazi vuoti nell’agenda (quelli che gli esperti chiamano buffer) di modo che queste cose non sconvolgano i tuoi programmi.

2. ESCI CON GLI AMICI


Sì, lo so, sei molto impegnato, ma credimi, quando si è stufi o si ha un blocco mentale con un progetto o un’attività, uscire e vedersi con qualcuno può fare miracoli.

Almeno, sarà stato utile per staccare. Una pausa per il cervello è necessaria quanto mangiare o dormire.

Inoltre, se parli con gli altri del tuo problema, è facile che qualcuno ti dia un nuovo punto di vista per affrontarlo, sia con una soluzione a cui non avevi pensato o, semplicemente, facendoti vedere le cose con più chiarezza.

Ci guadagni comunque, non credi?

3. SCEGLI UNO SPORT E DATTI DA FARE


Non importa la tua forma fisica di partenza. Se pratichi un qualsiasi sport, inizi a sentirti meglio immediatamente.

Beh, dopo i crampi e gli indolenzimenti.

Pur risparmiandoti la spiegazione scientifica, è facile rendersi conto come, dopo un allenamento, ci sentiamo con più energia per realizzare altre attività, sia fisiche che intellettuali.

Parola di neorunner di lunga distanza che è stato per 15 anni senza muovere un dito.

Pensi meglio, coordini meglio, fai di più.

4. FAI SESSO


…parlando di sport. È così. Da sempre.

Qualunque siano i tuoi gusti, una bella bottarella:

  • ti rallegra la giornata e fa sì che i problemi sembrino meno importanti
  • vitalità per affrontare la giornata
  • e sì, rilascia ormoni che migliorano l’attività cerebrale e ti permettono di lavorare con maggiore dedizione.

Quindi il consiglio è semplice. Più sesso = maggiore produttività.

Olé, olé e olé.

5ATTENTO A COSA MANGI
MA NON OSSESSIONARTI


Siamo tutti d’accordo sul fatto che una dieta sana ci dà più energia fisica e mentale su tutti i fronti di battaglia.

Tuttavia, se applichiamo questo principio troppo rigidamente,
comincia a intromettersi in altri aspetti della nostra vita: ci pensiamo continuamente e ci impedisce di goderci i momenti di relax e buona compagnia come si deve, perché siamo troppo occupati a controllare cosa entra nel nostro stomaco.

E, come tutte le ossessioni, è mentalmente estenuante, poiché ci toglie la capacità di concentrazione. Se invece ci lasciamo andare ogni tanto faremo un favore sia al nostro corpo che alla nostra mente.

Permetteremo così che i nostri amici conoscano la meravigliosa sensazione di andare in un ristorante senza che nessuno rompa le scatole sul menu.

6. RIPOSA (figghiu)


Ho appena scoperto l’acqua calda, lo so.

Eppure, è incredibile come la gente sia convinta che i non-stop di lavoro senza staccarsi un attimo dal computer, dalla scrivania o dalla zappa, costituiscano il massimo della produttività.

Le pause, corte e frequenti, fanno sì che:

  • non ci si annoi in ciò che dobbiamo fare,
  • ci si chiariscano le idee,
  • si riprenda a lavorare con più voglia.

Ci sono innumerevoli tecniche per inframezzare con pause produttive, ma personalmente la tecnica del Pomodoro mi pare una delle più semplici ed efficaci.

7. TOGLI LEGNA DAL FUOCO


Spesso ci sovraccarichiamo di compiti e ce li portiamo dietro senza fermarci a pensare se sono importanti o meno.

Li eseguiamo appena ci si presentano e, a fine giornata, ci hanno rubato un bel po’ di respiri. Poi, quando ci rendiamo conto che erano sciocchezze, ci rimaniamo anche male, sì.

Alcuni applicano la legge dei due minuti per liberarsi di queste cose. Io preferisco eliminare i compiti che non mi offrono nulla e utilizzare quei due minuti; oppure, nella migliore delle ipotesi, lasciare i fili di paglia in un angolo fino ad averne raccolti un po’ e fare tutto in una volta. Guadagnerai un bel po’ di respiri in più al giorno.

8. DELEGA (SENZA FARE LO SCARICABARILE)


Se c’è della “paglia” di cui possiamo fare a meno, ce n’è altra che dobbiamo fare, ma non necessariamente noi stessi.

Mi stupisce la quantità di cose che faccio meccanicamente semplicemente perché “le ho sempre fatte io” e che mi tolgono un sacco di tempo.

E mi sorprende ancora di più scoprire che ci sono altre persone che non solo possono, ma vogliono fare molte di queste cose. Perché le sanno fare meglio, e ti lasciano spazio per occuparti delle cose importanti.

Per chi non la conosce, la BANCA DEL TEMPO (io appartengo a quella di Bologna, detta MOMO) è una vera e propria miniera di risorse. In un’ora io riesco a stirare una camicia sola, mentre la signora Luciana riesce a stirarmi l’intero armadio e mi permette di dedicare quell’ora lì per fare qualcosa, per lei o per qualcun altro, in cui so di mettere a frutto il mio tempo.

9. LEGGI


Senza ulteriori spiegazioni.

Quanto più si legge, meglio funziona il cervello. Punto.

10. PARLA A LETTO


Non si tratta di scocciare il tuo partner mentre cerca di addormentarsi.

Si tratta semplicemente di dedicare cinque minutini, a luci spente, a organizzare a grandi linee che cosa faremo il giorno successivo. Sembra poco, ma aiuta molto, quando ti svegli, a prendere il via e iniziare a fare le cose senza tanti preamboli né preparazione.

Ci sono molti altri trucchi del genere, ma a me questi funzionano in modo fantastico. Provatene qualcuno e ditemi com’è andata!

Ne conoscete qualcuno che volete condividere con noi?

Immagini per gentile concessione di Pixabay, Bernal, Casseruola Club e Soft9000

Traduzione di Simona Bracaloni

———————————-

PRISMALIZE Ha lo scopo di condividere una serie di esperienze, idee e consigli volti a sfruttare meglio il nostro potenziale, vivere secondo i nostri ideali e sogni e, in ultima analisi, creare versioni migliorate di noi stessi, più coerenti e soddisfacenti.

Per renderlo possibile e far sì che riusciamo a sfruttare al massimo le nostre risorse, i temi qui esposti rappresentano solo un punto di partenza per i lettori per parlare, istruire, suggerire, condividere e, in ultima analisi, collegarsi per dare continuità alle proprie passioni.

Questo progetto sarebbe venuto a nulla senza le persone a dare forma concreta alle idee che vi presentiamo: di conseguenza, vi invito a commentare, condividere, indico successi e insuccessi, suggerire argomenti … Questo sarà contribuendo a creare una comunità molto speciale, un vero e proprio alveare digitale e per persone come te.


Anuncios

Un comentario en “10 tecniche collaudate per diventare più produttivi al lavoro… senza lavorare

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s